It seems you're in
Choose other country

Inchiostro alternativo

Le imprecisioni nella comunicazione, a volte chiamate "greenwashing", rappresentano un problema significativo quando si utilizzano inchiostri alternativi.

Inchiostri che utilizzano una base di soia o di olio vegetale, anziché petrolio.

Prodotti simili

Vedi tutti i prodotti

Inchiostri che utilizzano una base di soia o di olio vegetale, anziché petrolio.

Inchiostro Alternativo - Definizione

Gli inchiostri vengono utilizzati per stampare immagini sugli imballaggi, utilizzando i metodi di stampa flessografica, litografica o offset.

Tutti i tipi di inchiostro da stampa sono realizzati con pigmenti di colore, un legante (la base) per far aderire il pigmento alla superficie di stampa, e un solvente per diffondere l'inchiostro sull'area desiderata. Alcuni additivi vengono inoltre aggiunti per garantire la durata dell'inchiostro.

Negli ultimi anni, altri tipi di oli (diversi dal petrolio) sono stati testati come basi per l’inchiostro. Ad esempio quello di girasole, soia, semi di lino, cartamo e colza, solo per citarne alcuni. Vale la pena notare che queste materie prime devono passare attraverso una serie di lavori e processi ad alta intensità di carbonio per poter essere utilizzati.

Durante il processo di stampa, i COV (Composti Organici Volatili) vengono rilasciati da solventi, costituendo un potenziale rischio per la salute.

Alberi proprietà ecologiche

Perché dovresti usare inchiostri alternativi

Gli inchiostri alternativi possono ridurre l'impronta di carbonio [1] associata alla produzione e all'uso di materie prime.

Gli inchiostri alternativi possono anche evitare problemi di tossicità durante il processo di stampa. Gli inchiostri vegetali, infatti, contengono fino all'80% in meno di solventi e possono essere asciugati con luce ultravioletta. 

Ciò significa che agli inchiostri vengono aggiunti meno solventi cancerogeni e vengono emessi meno COV durante il processo, riducendo al minimo i rischi per la salute e le emissioni di Co2

A seconda dei materiali utilizzati, gli inchiostri alternativi possono aumentare significativamente la compostabilità di un prodotto, ma anche la riciclabilità e la biodegradabilità.

Le colture di soia richiedono poca irrigazione, nutrienti limitati e lasciano meno residui agricoli rispetto ad altri tipi di coltivazioni.

Poiché l'olio di soia è più chiaro di quello derivato dal petrolio, è necessario meno pigmento per ottenere lo stesso effetto. Inoltre, i colori hanno un aspetto vibrante naturale.

Gli inchiostri a base vegetale tendono a coprire un’area maggiore rispetto a quella che copre la stessa quantità di inchiostro a base di petrolio (circa il 15% in più), riducendo così l'uso di inchiostro e i costi di pulizia della stampante.

Perché non dovresti usare inchiostri alternativi

Alcuni inchiostri a base di soia o vegetale contengono notevoli quantità di petrolio. Affinché l'inchiostro possa utilizzare il logo Soy Seal dell'American Soy Association, può contenere appena il 7% di soia (a seconda del prodotto), e il resto è un derivato del petrolio.

Documentare le percentuali di soia e derivati ​​del petrolio nell'inchiostro è a discrezione del produttore e difficile da controllare.

L'olio (sia esso a base di soia, vegetale o di petrolio) è solo uno dei tanti elementi in ogni tipo di inchiostro. I pigmenti (colori) sono notoriamente difficili da trovare senza olio minerale (combustibile fossile).

La richiesta di soia sta crescendo, e insieme a questa anche la distruzione delle foreste pluviali. Molte vengono infatti distrutte per far posto a colture di soia.

La coltivazione di soia è una delle principali cause di deforestazione, un problema ambientale a sé stante, che contribuisce anche a sostanziali emissioni di gas serra.

Poiché gli inchiostri alternativi contengono meno COV a causa della mancanza di solventi. Ciò significa che per accelerare il processo di asciugatura naturale è necessario l’utilizzo di luci UV, che comportano un maggior consumo di energia.

Packhelp e gli inchiostri alternativi 

I seguenti prodotti utilizzano inchiostri a base vegetale:

Anche gli inchiostri a base vegetale contengono alcuni prodotti a base di petrolio, ma in quantità così basse da essere trascurabili. Tutti gli inchiostri alternativi di Packhelp aderiscono alla norma ISO 16758 [2]  .

Domande Frequenti:

I prodotti a base di petrolio presenti nell'inchiostro rendono più difficile il riciclo, il compostaggio o la biodegradazione del prodotto. Gli inchiostri a base vegetale utilizzati su prodotti biodegradabili o compostabili non lasciano residui. Mentre anche gli inchiostri a base vegetale contengono alcuni prodotti a base di petrolio nell'inchiostro, la quantità è trascurabile in quanto minima.

Il nostro impegno per un packaging sostenibile

Insieme a Packhelp per un futuro più verde!

Scopri di più
eco property commitment Eco Properties Learn More Icon Eco Properties Learn More Shape Eco Properties Learn More Shape
Choose other country