Cos’è il recommerce, perché ha tanto successo e quali sono i vantaggi

Nicole Di Giammatteo
Nicole Di Giammatteo | 5 minuti di lettura

Iscriviti per essere aggiornato

check
Ottimo!
Adesso sei iscritto!
subscribe-decor

Sono tempi d’oro per il recommerce e per la vendita di seconda mano.

Un trend in grandissima ascesa, quello del mercato della “ri-vendita”, che è dovuto in particolar modo alla Generazione Y (ovvero i Millennials) e alla successiva Gen Z (i nati tra il 1997 e il 2012).

Secondo First Insight, queste generazioni di giovani preferiscono i brand sostenibili, arrivando a essere disposti spendere un ulteriore 10% in più per prodotti ecologici. 

Non è un caso che al momento di effettuare un acquisto, 3 utenti su 4 della Gen Z considerano prima la sostenibilità rispetto al nome del brand.

Sono proprio questi consumatori che, infatti, mano a mano che acquisiscono potere d'acquisto, richiedono alle aziende e ai marchi delle pratiche e dei prodotti sempre più virtuosi e sostenibili.

Da qui la nascita e la crescita a ritmo impressionante di piattaforme di vendita dell'usato online come Vinted, Wallapop o Depop, e di un settore con un valore attuale di circa 24 miliardi di dollari, che si prevede raggiungerà i 51 miliardi entro il 2023.

Scopri come spedire su Vinted grazie alla nostra guida dettagliata!

È innegabile che il recommerce e il mercato dell’usato stiano guadagnando (e continueranno a guadagnare) ancora più quote di mercato.

persona davanti a uno stand di un mercatino dell'usato

In questo articolo, daremo quindi uno sguardo più da vicino al mondo del recommerce e dell'usato.

Vedremo perché questi metodi di re-marketing sono i preferiti dei consumatori e quali opportunità ha in serbo questo settore per i diversi brand.

Cos'è il recommerce?

Il recommerce è il processo di vendita di beni di seconda mano.

Conosciuto anche con il nome di Reverse Commerce, consente il commercio di prodotti usati tramite diversi canali, come le piattaforme online o attraverso la distribuzione fisica, come nel caso dei mercatini dell’usato o delle fiere di settore.

Può accadere in diversi modi, da un mercatino delle pulci a un mercato tradizionale, fino ad arrivare a un mercato digitale come eBay o Etsy.

articoli e oggettistica per vendita dell'usato

I prodotti più venduti nel recommerce

I prodotti tipici più venduti utilizzando il recommerce includono:

Libri, CD, DVD

In un mondo sempre più digitalizzato, la domanda di questi articoli fisici sta diminuendo.

Tuttavia, tra i collezionisti di nicchia, è in aumento la richiesta di edizioni limitate e uscite rare. Lo vediamo in particolare per i libri, come nel caso di quelli scolastici.

libri esposti in vendita

Hai bisogno di una confezione adatta a spedire i tuoi libri? Dai un'occhiata al nostro packaging!

Metalli preziosi

I gioielli usati sono sempre stati un'attività redditizia, ma con l'aumentare della domanda di metalli preziosi, aumenta di conseguenza anche il valore delle materie prime.

Dispositivi elettronici e prodotti high tech

Oggetti come telefoni, tablet, computer, console, fotocamere e sistemi di navigazione sono ancora molto richiesti nel settore del mercato dell'usato.

Mobili e oggetti di interior design

Un settore che riscuote molto successo tra gli appassionati dell'usato è quello dei mercatini e fiere dedicate al vintage, tra mobili di pregio, automobili, abbigliamento, accessori e giocattoli.

Vestiti

L'abbigliamento ha aperto la strada allo spazio del recommerce digitale e continua a essere uno dei settori trainanti. Scoprirai che la maggior parte delle grandi aziende che rivendono i loro beni usati sono marchi di abbigliamento e accessori.

persona che ha in mano una scarpa in un negozio di vestiti

Fattori che hanno contribuito alla crescita del recommerce

Abbiamo visto che la vendita dell’usato online e offline è cresciuta molto e crescerà ancora di più in futuro.

Ma perché? Cosa sta guidando questa crescita?

Consumatori etici

I consumatori sono sempre più consapevoli della provenienza del loro prodotto e di dove va a finire una volta utilizzato/terminato.

I prodotti sostenibili sono richiesti in imballaggi altrettanto ecologici e i consumatori, specialmente le giovani generazioni, sono sempre più esigenti in questo senso, e chiedono ai marchi di allinearsi ai loro valori ambientali.

Semplicità

Uno dei vantaggi più trascurati del recommerce è la sua semplicità. Tutti capiscono la differenza tra le parole "nuovo" e "usato".

Non sono necessarie spiegazioni macchinose e complesse su prezzi di abbonamenti, canoni annuali o mensili, ecc.

Ed è semplice anche per gli imprenditori: le materie prime non devono essere acquistate, non si deve creare da zero nessun prodotto e ci sono meno passaggi nella catena di approvvigionamento. 

Migliora l'accessibilità del marchio

Per molte persone a basso reddito, possedere un paio di Levi's è qualcosa che non è possibile permettersi con facilità.

Anche se il recommerce non permette di mettere le mani sulla novità fresca di scaffale, concederà a un buon prezzo il modello precedente.

due jeans esposti su una parete bianca

Che sia gestita direttamente dal brand originale o da un venditore di terze parti, la vendita di articoli di seconda mano può rendere quel marchio più accessibile a tutti.

Rivenditori di prodotti usati

C’è da dire che le piattaforme di vendita dell’usato non sono una novità.

eBay ha aperto la strada all'idea di una vendita online che rendesse facile acquistare qualsiasi cosa si potesse fotografare, nuova o usata.

Nel corso del tempo, Etsy ha seguito il suo esempio e ha aperto il suo marketplace al mondo dei prodotti "vintage", dopo essersi affermata come mercato online per l'artigianato fatto a mano.

Vuoi aprire un ecommerce e non sai bene come spedire gli articoli ai tuoi clienti? Scopri in questo articolo gli step da seguire

Nel mondo della moda e dell'abbigliamento di seconda mano, Vinted rende accessibili al mercato dell'usato prodotti di qualsiasi categoria.

C’è poi il mercato dell’elettronica che trae vantaggio dalla vendita di oggetti ricondizionati e ancora perfettamente funzionanti, come smartphone e computer.

Un altro esempio è quello di Raylo, una società di telecomunicazioni britannica che offre telefoni cellulari, tablet e laptop nuovi e ricondizionati.

scatole postali di Raylo

Vale la pena notare che una delle sfide del recommerce è garantire l'integrità del proprio marchio mentre si vende il prodotto di un'altra azienda.

Fortunatamente, Raylo è riuscita a superare questo ostacolo grazie all'uso di imballaggi personalizzati e marchi di alta qualità.

Scopri come Raylo ha ridotto i costi di imballaggio dell'11%

Vantaggi del recommerce

Il modello di business del re-commerce presenta molti vantaggi per le aziende coinvolte e per gli utenti, e di seguito puoi trovare diversi motivi per cui è così popolare.

Sostenibilità

La maggior parte delle risorse, sia riciclate che vergini, viene utilizzata per fabbricare e distribuire un prodotto. 

Il riutilizzo e il ricondizionamento di un prodotto superano di gran lunga i vantaggi che si avrebbero nel riciclarlo.

Ricordiamo ancora una volta che la Generazione Z e la Generazione Y, che rappresenteranno più della metà del potere d'acquisto disponibile nei prossimi dieci anni, apprezzano l'eco-responsabilità.

Dai un’occhiata alla gamma di soluzioni di imballaggio ecologiche di Packhelp

Il recommerce è un modello di business che non si preoccupa dei nuovi materiali sostenibili o delle nuove opzioni eco-compatibili.

Si basa sul riutilizzo di ciò che già esiste, riducendo la domanda di nuovi prodotti e mantenendo ciò che è già in circolazione più a lungo.

È facile vedere come questo possa funzionare con i vestiti, ma è importante ricordare che c'è molto di più nel recommerce oltre alla semplice vendita di vestiti usati.

L'industria del mobile, ad esempio, è responsabile della deforestazione delle foreste secolari in Nord America e Centro America. E il restauro e la rivendita di una serie di divani o mobili già in circolazione riduce la domanda di abbattimento di questi alberi.

Alberi proprietà ecologiche

Scopri come il nostro packaging contribuisce alla riforestazione

Gli elettrodomestici ricondizionati come frigoriferi e lavatrici riducono lo “stress” sulla catena di approvvigionamento per questi prodotti di grandi dimensioni. 

L'acquisto dell'usato riduce anche la domanda di spedizioni in tutto il mondo.

Il recommerce va al cuore del problema della sostenibilità riducendo la nostra dipendenza da nuovi prodotti realizzati con materiali vergini.

Sfrutta l'immagine di altri marchi

Gli imprenditori possono creare una piattaforma di vendita di prodotti usati di altri brand. Consente a un'azienda di mantenere i propri follower e di generare entrate vendendo i nomi di grandi marchi.

borsa rosa marchio fendi

Inoltre, le connotazioni negative dell'immagine di un marchio vengono (non sempre, ma spesso) ignorate quando il prodotto di quel marchio è disponibile sul mercato dell'usato.

Il fatto che sia "riutilizzato/riciclato" a volte fa superare gli aspetti negativi.

Costi operativi ridotti

Per i prodotti che sono stati sostituiti da versioni digitali (libri, CD, ecc.), procurarsi il corrispondente prodotto fisico non risulterà troppo costoso.

Per rivendere un prodotto l’azienda o il rivenditore deve effettuare dei controlli che garantiscano la qualità del prodotto, così da poterlo inserire nel marketplace di prodotti usati.

Per capi di abbigliamento e prodotti più delicati, potrebbe essere necessario un “restauro” o qualche accorgimento in più. 

L’importante è poter trasferire i costi iniziali di acquisto e “restauro” al cliente realizzando comunque un profitto accettabile, così da avere un modello di business (relativamente) solido.

Riduzione dei costi per il consumatore

Per i consumatori più attenti alle spese, l'acquisto di oggetti di seconda mano rende i marchi più noti più accessibili e spesso offre un miglior rapporto qualità-prezzo. 

Se un prodotto è stato ricondizionato per bene, li aiuta anche a permettersi un prodotto affidabile a un prezzo competitivo, piuttosto che acquistarne uno nuovo.

borsa luis vuitton portata a tracolla

Coloro che acquistano oggetti di seconda mano sono anche più propensi a provare un nuovo marchio perché possono farlo a un prezzo inferiore.

Il futuro del recommerce

Grazie alla sostenibilità e all’attenzione al prezzo, il mercato dell'usato in tutte le sue forme non potrà che crescere.

Il modo in cui troviamo e acquistiamo oggetti usati crescerà e si svilupperà attraverso la tecnologia.

Quindi i marchi di tutte le forme e dimensioni potranno trarne vantaggio se inizieranno a pensare a come dare ai loro prodotti una seconda vita.

Ti interessa il recommerce e la vendita di beni usati per la tua azienda?
Scopri come il packaging personalizzato di Packhelp può aiutarti nel marketing e nella strategia di branding.

Decor

Iscriviti per ricevere le ultime tendenze di design e suggerimenti per il tuo e-commerce

check
Ottimo!
Adesso sei iscritto!
Choose other country